La cooperativa Orizzonte, considerata a tutti gli effetti una cooperativa a mutualità prevalente ai sensi dell’art. 111 – septies delle disposizioni di attuazione del Codice Civile e disposizioni transitorie, conformemente alla Legge 381/1991, non ha scopo di lucro; suo fine è il proseguimento dell’interesse generale della comunità, la promozione umana e l’integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio – sanitari ed educativi ai sensi dell’art. 1 lett. A della legge 381/1991.
La cooperativa si ispira ai principi che sono alla base del movimento cooperativo mondiale ed in rapporto ad essi agisce.
Questi principi sono:
la mutualità, la solidarietà, la democraticità, l’impegno, l’equilibrio delle responsabilità rispetto ai ruoli, lo spirito comunitario, il legame con il territorio, un equilibrato rapporto tra stato e le istituzioni pubbliche.
La Cooperativa opera in forma mutualistica e senza fini speculativi tramite la gestione in forma associata dell’impresa che ne è l’oggetto, dando continuità di occupazione lavorativa ai soci alle migliori condizioni economiche, sociali e professionali; al fine di garantire il corretto perseguimento dell’oggetto sociale, si adegua agli orientamenti del codice della qualità cooperativa, dei comportamenti imprenditoriali e della vita associativa di Federsolidarietà, Coonfccoperative.
La cooperativa Orizzonte pone al centro dell’attenzione l’assistito: professionalità, competenza, senso di responsabilità, correttezza e cortesia rappresentano i principi guida che il personale è tenuto a seguire nei rapporti con gli utenti/pazienti per il raggiungimento degli standard qualitativi e per il miglioramento delle loro condizioni di vita. La mission della cooperativa è quindi progettare servizi socio – educativi che rispondano alle esigenze della comunità nella quale essa opera, in accordo con i valori di base nei quali la cooperativa si riconosce.

I VALORI

I valori della cooperativa sociale Orizzonte sono il rispetto della persona e il valore della comunità in cui la persona vive. Si tratta di valori umani fondamentali. La comunità, il “noi” è, secondo Orizzonte, la base della vita sociale umana. La comunità ha un valore che nella realtà di oggi non riesce a esprimere tutte le sue potenzialità. E’ ciò che conferisce senso e ruolo alla persona, perché è il luogo delle relazioni, della rete. La tecnologia ci ha abituati a pensare comunità e rete in termini “informatici”e digitali. Sembra che le comunità virtuali possano sostituire quelle reali. Orizzonte ritiene che questa convinzione sia una mitologia del nostro tempo, frutto di una visione mistificata della realtà. Le reti informatiche sono importantissime, hanno un enorme valore sociale, ma non possono sostituire le reti relazionali umane, affettive, familiari. Le comunità informatiche sono un valore aggiunto della contemporaneità che devono arricchire le comunità reali e non sostituirsi ad esse.