Prima di costituirsi come soggetto giuridico autonomo nel dicembre del 2005, la Cooperativa Sociale Hattiva Lab onlus faceva parte della ricca e lunga storia della Cooperativa Sociale Hattiva di Tavagnacco (UD), struttura che opera dal 1997 con l’obiettivo di dare occupazione a persone con disabilità attraverso attività d’impresa (cooperativa sociale di tipo “b”). Dopo avere avviato, dal 1998 al 2002, i laboratori produttivi e di inserimento lavorativo di Tavagnacco (UD), Hattiva progetta nel 2002 l’avvio di servizi diurni per l’handicap orientati a dare risposte diurne di qualità alle persone adulte con disabilità prive di servizi specifici, e non in grado di essere inserite in contesti produttivi in senso stretto.

Nel 2003 pertanto nasce Hattiva Lab, marchio che andava ad identificare inizialmente il nome della sede udinese della cooperativa Hattiva e che corrispondeva ad un unico servizio: un centro diurno socio-educativo e riabilitativo per disabili adulti medio lievi.
Con lo svilupparsi e il variegarsi dei servizi e delle attività (nascono nel frattempo diversi progetti territoriali per persone con disabilità, il Consiglio di Amministrazione di Hattiva, di cui era membro anche la attuale presidente di Hattiva Lab, ritiene opportuno porre in essere, nell’anno 2005, un’operazione di spin off aziendale da cui nasce, come soggetto autonomo, tramite atto di cessione di ramo d’azienda, la Cooperativa Sociale Hattiva Lab Onlus.

Hattiva Lab nasce, pertanto, il 14 dicembre 2005 (data dell’atto di costituzione) e annovera fra i suoi soci fondatori i 9 soci lavoratori e 1 socia volontaria che afferivano all’area aziendale di competenza.

Nei paragrafi sottostanti ripercorriamo le tappe fondamentale dei nostri 11 anni di attività, considerando come decorrenza, il momento in cui abbiamo insediato le attività, ancora come Hattiva, su Udine, ovvero nel 2003.


2003
Nasce il Centro diurno Hattiva Lab con sede a Udine.
Accoglie 7 utenti con disabilità psico-fisica nella nuova sede di Via Micesio 31. Viene gestito in convenzione con l’Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli”.
I locali di Via Micesio 31, grazie anche a un contributo provinciale, vengono adibiti a sede del centro diurno e degli uffici di coordinamento. Vi sono a disposizione 235 mq.
Nel Centro Diurno vengono realizzati i primi manufatti con la tecnica della ceramica della tarsia lignea.

...la storia continua nell' opuscolo in pdf scaricalo qui